Confronta i prestiti veloci e trova il più conveniente

Finanziaria Vantaggi Altre caratteristiche Recensione Calcola preventivo
Agos Prestiti Una rata unica con scadenza mensile, tassi fissi per tutta la durata Recensione Preventivo
Prestiti online, confronta ora Confronto tra più di 15 banche, servizio veloce Recensione Preventivo
Prestiti Supermarket convenienti Assistenza perfetta, comparatore di finanziamenti facile Recensione Preventivo

Cosa è un prestito personale

I prestiti personali rientrano nella cosiddetta categoria di credito al consumo e permettono di ricevere velocemente una determinata somma di denaro occorrente per l'acquisto di un bene o per sostenere generiche spese il cui ammontare supera la disponibilità del richiedente.

Il prestito personale è un finanziamento non finalizzato, non legato all'acquisto di un bene o servizio specifico, dunque senza l'obbligo di dichiarare lo scopo della somma erogata.

richiedere un prestito personale

richiedere un prestito personale

Chiedere un prestito è facile, due sono le modalità principali :

  • utilizzare un sito online di confronto per velocizzare la richiesta
  • recarsi in una filiale di un banca o di una finanziaria collegata

Generalmente quando si fa un contratto ci si impegna a rimborsare delle rate a scadenza periodica (mensile generalmente) con una quota interessi determinata da un tasso che viene prestabilito dalla banca. Il tasso globale è quello poi che determina se un prestito può essere conveniente o no oltre a fornire un oggettivo parametro di comparazione. La modalità più frequente con cui viene erogato (come avviene in altri finanziamenti come i mutui ad esempio) è quella di assegno circolare oppure di addebito diretto sul conto corrente bancario.

I requisiti da soddisfare per fare in modo che la richiesta di credito venga vagliata sono :

  • nessun protesto o contestazione in corso
  • puntualità nel pagamento delle rate
  • capacità compatibili col proprio reddito.

Ad ogni caso esistono però anche diverse tipologie di prestito dirette a quei soggetti valutati come individui insufficientemente attendibili per la restituzione di un prestito ottenuto da un istituto finanziario. Si tratta per lo più di protestati o persone censite alle banche dati dei sistemi di informazioni creditizie come cattivi pagatori. In questi casi, il prestito personale viene identificato come:

  1. prestiti a dipendenti (pubblici o privati) o cessione del quinto dello stipendio, se la garanzia fornita è rappresentata dalla busta paga del lavoratore;
  2. prestiti a pensionati, se la garanzia fornita è rappresentata dalla pensione;
  3. prestiti ai protestati o prestiti cambializzati;

La cessione del quinto dello stipendio

I prestiti ai dipendenti vengono erogati grazie a delle leggi e normative che determinano il diritto del lavoratore dipendente di delegare una quota del suo stipendio per poter pagare le rate dei finanziamenti (legge n.180/50 sulla cessione del quinto dello stipendio).

La forma più comune di prestiti ai dipendenti è nota, infatti, come cessione del quinto dello stipendio. Il nome "cessione del quinto" deriva dal fatto che l'importo massimo della rata non può superare il 20% per cento (ovvero un quinto) dello stipendio base netto o della pensione. Entrando più nel particolare, l'Art.5 del Decreto del Presidente della Repubblica n.180/50 dichiara che "Gli impiegati e salariati dipendenti dallo Stato e dagli altri enti, aziende ed imprese [...] possono contrarre prestiti da estinguersi con cessione di quote dello stipendio o del salario fino al quinto dell'ammontare di tali emolumenti valutato al netto di ritenute e per periodi non superiori a dieci anni [...]". La Finanziaria 2005 ha successivamente esteso l'erogazione di tale tipo di prestito anche ai dipendenti del settore privato.

Il prestito destinato ai dipendenti viene erogato con un tasso di interesse fisso che non può essere superiore al limite stabilito dal ministero del tesoro e dalla banca d'Italia e con rimborso a rate costanti da 24 a 120 mesi. I pagamenti delle singole rate sono effettuati direttamente dal datore di lavoro, che le versa mensilmente all'istituto erogatore trattenendo il corrispondente importo dalla busta paga. L'ammontare massimo del prestito dipende dalla situazione del richiedente, dall'importo della retribuzione mensile, dai suoi anni di anzianità lavorativa, dal TFR maturato.

I prestiti ai dipendenti appartengono alla categoria dei prestiti personali non finalizzati: la somma erogata non è destinata all'acquisto di un determinato bene, per cui non viene richiesta nessuna informazione sulla sua destinazione. Uno dei primi vantaggi di questo tipo di prestito è quindi proprio quello di non dover giustificare il motivo della richiesta del finanziamento.

Il grande vantaggio dei prestiti ai dipendenti tramite la cessione del quinto dello stipendio è che si può accedere al prestito anche in presenza di pignoramenti e segnalazioni come cattivi pagatori. Questa è, infatti, una forma di finanziamento che avendo come garanzia lo stipendio (o busta paga) viene tranquillamente erogata anche a coloro che hanno avuto problemi di insolvenza, anche gravi, in presenza di pretesti o pignoramenti o classificati tra i cosiddetti cattivi pagatori.

Come richiedere un finanziamento veloce

Il sogno di ogni utente che ne abbia necessità è quello di poter ottenere un finanziamento conveniente e quanto più veloce possibile. Inutile negare, infatti, che in questo periodo di crisi che stiamo attraversando, avere la possibilità di poter avere accesso ad un prestito nel minore tempo possibile, può costituire la soluzione immediata alle continue, impellenti necessità che provengono dalla vita quotidiana.

I prestiti veloci nascono proprio in base a quest'ottica, legata alla necessità di rapidità nel reperire fondi necessari per qualsivoglia tipo di esigenza immediata. I comportamenti delle famiglie non sono naturalmente indipendenti dal contesto in cui operano. E quello italiano è certamente mutato negli ultimi 20 anni. Il sistema bancario ha ampliato la gamma degli strumenti offerti al pubblico e agli operatori, adattando sempre di più ogni nuova offerta a specifiche richieste da parte del cliente. Nello stesso periodo, i comportamenti delle famiglie si sono modificati radicalmente.

Il segmento del credito alle famiglie è quello che negli ultimi dieci anni ha fatto registrare i tassi di incremento più alti. Lo sviluppo e la diffusione di internet ha contribuito, inoltre, allo sviluppo di un vero e proprio libero mercato in cui è possibile richiedere, confrontare e scegliere la soluzione finanziaria più adatta alle proprie esigenze. Date queste premesse, poter parlare oggi di prestiti o finanziamenti rapidi non è più una chimera: è possibile che la somma da voi richiesta venga erogata nell'arco di sole 24/48 ore.

Requisiti della domanda

Le caratteristiche base da rispettare nel chiedere un preventivo

Certo, non tutti i prestiti richiesti posseggono le caratteristiche necessarie affinché il finanziamento possa essere concesso nel giro di 1 o 2 giorni, per cui è bene ricordare che al fine di ottenere un prestito rapido è consigliabile:

  • Richiedere delle somme di denaro non eccessivamente elevate (in genere si parla di quote che vanno dai 1000 ai 10 mila euro) proprio per evitare che i tempi aumentino eccessivamente.
  • Preparare e presentare immediatamente tutta la documentazione necessaria per la pratica, nel momento in cui ci si reca verso l'istituto di credito scelto.

Generalmente i documenti da presentare al momento della richiesta sono:

  • Documento di identità e codice fiscale,
  • Ultima busta paga, nel caso di lavoratori dipendenti pubblici e privati, o ultima dichiarazione dei redditi (740, Unico) per lavoratori autonomi e liberi professionisti,
  • Documentazione di eventuali garanzie accessorie (persona garante o in misura immobiliare),
  • Altri documenti accessori (molto spesso non obbligatori), come ad esempio il certificato di matrimonio (stato di famiglia ad uso bancario) o l'ultima bolletta di un'utenza.

Anche in questo caso valgono le considerazioni fatte per tutti i tipi di finanziamento: prima di sottoscrivere un contratto è fondamentale analizzare i tassi di interesse applicati al finanziamento stesso, con particolare attenzione al valore del TAEG (tasso annuo effettivo globale) o ISC (indice sintetico di costo). È consigliabile non versare mai alcuna somma di denaro prima che il prestito veloce non sia stato effettivamente deliberato: potrebbe, infatti, capitare che il finanziamento non venga concesso ma questa eventuale quota spesa non venga restituita dall'istituto di credito, in quanto considerata come spesa di istruttoria.

Perchè chiedere un prestito online: tassi bassi

Oggi diverse società offrono attraverso i loro comparti web varie proposte di finanziamento confrontabili in rete con pochi click, stiamo parlando dei prestiti online ovvero di quelle soluzioni di credito che si possono richiedere senza recarsi fisicamente in banca.

La fetta del mercato web che si occupa di prestiti personali è infatti in grossa espansione: l'utilizzo maggiore di internet consolidatosi negli ultimi anni, e, di conseguenza, la possibilità da parte dell'utente di confrontare più offerte fra loro e di ottenere tassi di interesse più convenienti, ha permesso un incremento non trascurabile dalla richiesta di prestiti online.

Le caratteristiche vincenti dei prestiti online (quella, cioè, che è ormai una realtà consolidata dei nostri giorni) sono:

  • la convenienza: è, infatti, possibile effettuare diverse richieste di prestiti online per valutare quale sia la compagnia che offra il prestito alle condizioni più favorevoli;
  • la rapidità: di norma, dopo circa 24-48 ore, l'utente viene contattato da un responsabile della società creditrice, con notevole risparmio di tempo rispetto ad un normale iter di richiesta prestito, anche rispetto alla stessa erogazione di denaro;
  • la semplicità: bastano infatti pochi, semplici dati per inoltrare la richiesta a qualsivoglia istituto di credito;
  • la comodità: più richieste di prestito possono essere fatte comodamente da casa seduti davanti a un pc, con incredibile risparmio di tempo ed energie, inevitabilmente spesi quando si è costretti a fare il giro delle filiali delle banche.

Su Internet si trovano quindi tantissime soluzioni con possibilità di effettuare indagini comparative rapide ed approfondite. In questo modo sarà possibile scegliere la società finanziaria giusta per le proprie esigenze e il tipo di prestito online che più si adatta alle proprie richieste.

Non resta allora che compilare i moduli online proposti dalle diverse società finanziarie con i propri dati anagrafici e con le informazioni relative al prestito che si desidera richiedere, come l'importo desiderato, il numero delle rate e la modalità di rimborso del finanziamento.

Le varie compagnie valuteranno rapidamente la domanda e, in caso di esito positivo, forniranno tramite e-mail o posta ordinaria tutta la documentazione necessaria per completare la richiesta di prestito online. Il tutto gratuitamente e senza impegno.

Migliori prestiti sul web

Tutto le considerazioni fatte sono vere e ci aiutano a risparmiare se si utilizzano finanziarie e siti di qualità. Nella tabella sottostante abbiamo indicato quelli che sono le migliori finanziarie in grado di garantire dei tassi competitivi.

Finanziaria Vantaggi Altre caratteristiche Recensione Calcola preventivo
Agos Prestiti Una rata unica con scadenza mensile, tassi fissi per tutta la durata Recensione Preventivo
Prestiti online, confronta ora Confronto tra più di 15 banche, servizio veloce Recensione Preventivo
Prestiti Supermarket convenienti Assistenza perfetta, comparatore di finanziamenti facile Recensione Preventivo

Indice

Risparmiare con le assicurazioni online
La cessione del quinto dello stipendio
Preventivo finanziamento : come richiedere credito velocemente
Perchè è conveniente chiedere un prestito on line
Un confronto fra i migliori prestiti online

Web Statistics

Clicky